5+1 libri che parlano di musica per entrare nel mood sanremese

di Claudia Simonelli / 5+1 libri che parlano di musica per entrare nel mood sanremese

Tempo di lettura: 2,94 minuti

La Liguria, il teatro Ariston, i fiori, la musica leggera, anzi leggerissima… Sì, ma a noi piace leggere. E poi, siamo onesti, Sanremo lo si ama o lo si odia senza mezzi termini. Per chi, nei giorni della kermesse, volesse allontanarsi dai social inondati da commenti sul festivàl, ma anche per chi ama la musica in ogni sua forma (Sanremo compreso) e volesse assolutamente cimentarsi in letture tematiche, ho preparato una lista di consigli ad hoc. Perché Sanremo è Sanremo!

Alta fedeltà di Nick Hornby

Il classico dei classici per quanto riguarda i romanzi a tema musicale, non può mancare nella libreria di chi ama letteratura e musica. Pubblicato per la prima volta nel 1995, parla di Rob Fleming e della sua vita disastrata. Affronta le avversità della vita tenendo stretta la sua immensa collezione di dischi, praticamente la sua unica certezza. Se avete superato i trenta, ma vi sentite ancora ragazzini, questo è il libro che fa per voi. Se dovesse piacervi proprio tanto, esiste anche un adattamento cinematografico omonimo del 2000 diretto da Stephen Frears.

Rock Therapy di Massimo Cotto

Rimedi letterari, rimedi musicali. Antidepressivi naturali, ma anche antidolorifici, antinfiammatori e tutto l’arsenale del farmacista di fiducia. Con questo ibrido tra saggio e bugiardino da tenere sempre a portata di mano, vi basterà cercare il vostro malanno e la conseguente cura musicale. Secondo Massimo Cotto il rock è il rimedio a qualunque problema, e ve lo dimostrerà. In questo modo amplierete anche le vostre playlist di Spotify, e vi sentirete di certo più in salute.

Chiedi a John. Quando i Beatles persero Paul di Paolo Baron e Ernesto Carbonetti

Se non sapete chi sono i Beatles, probabilmente non saprete neanche del così detto “Paul Is Dead” altrimenti definito PID. Si tratta di una leggenda secondo la quale, in un incidente stradale avvenuto nel 1966, Paul McCartney sarebbe morto e subito sostituito da un sosia per non intaccare la carriera dei Beatles. Ci credete? Non ci credete? Non importa, perché la graphic novel dà per scontato che la leggenda sia vera, analizzando le ore successive all’incidente, durante le quali i Fab4, rimasti in tre, indagano sull’accaduto. Perché il PID sarà anche una leggenda metropolitana, ma ha un fascino eterno anche su chi non ci crede.

E ricomincia il canto. Interviste di Lucio Dalla, a cura di Jacopo Tomatis

E di un veterano di Sanremo parliamo ora, con ben cinque partecipazioni alla manifestazione ligure. Lucio Dalla, poeta, jazzista, buffone, musicista autodidatta, artista poliedrico e mai uguale a se stesso, nel corso degli anni non ha mai evitato giornalisti e interviste. Questo volume curato dal musicologo Jacopo Tomatis raccoglie tutte le interviste a Lucio e con Lucio, emozionante per chi lo ha amato, folgorante per chi è troppo giovane e non ha potuto amarlo.

Musica di merda di Carl Wilson

Un saggio sulla musica, ma anche sulla psicologia, la sociologia, sul marketing e la comunicazione. L’autore parte da un presupposto, sul quale basa tutte le sue analisi: perché Celine Dion, che lui odia a morte, ha in realtà tutto questo successo? Indagini approfondite ma anche ironiche e divertenti alla scoperta di una verità indissolubile: la musica che ascoltano gli altri è sempre una merda.

Bonus: Niente mosche su Frank di John Lennon

A proposito di Beatles, sapevate che John Lennon ha scritto ben due libri? Lo so che quando viene nominato, tutti pensano agli occhialini tondi e l’intro di Imagine al pianoforte, ma John aveva velleità da illustratore (non per niente aveva frequentato l’istituto d’arte), e infatti aveva prodotto “In His Own Write” nel 1964 e “A Spaniard in the Works” nel 1965, uniti in questa unica opera. Paradossi, no sense e giochi di parole, accompagnati da illustrazioni al limite del grottesco. Insomma tipico humor inglese anni sessanta. Difficile da trovare, ma non impossibile, questo volume è una vera chicca da collezionista.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.