La letteratura, un gioco di coppia?

di Gianluca Calvino / La letteratura, un gioco di coppia?

“Quando c’è l’amore c’è tutto…” “No, no, chell’ è ‘a salute!”

Il celebre scambio di battute tra Gaetano/Troisi e la sua fidanzata in “Ricomincio da tre” è diventato iconico. E potrebbe essere applicato con efficacia a molti personaggi letterari.

Nella settimana di San Valentino ci siamo divertiti a elencare alcune tra le più celebri coppie della narrativa di ogni tempo. Coppie sventurate, nella maggior parte dei casi!

Romeo e Giulietta

La coppia più famosa della storia. Citata – a dire il vero a sproposito – come modello di amore perfetto.

Perfetto? Insomma…

Lui ama lei, lei ama lui, ma le rispettive famiglie si odiano. Provano a risolvere il tutto con uno stratagemma astuto, così astuto che alla fine muoiono tutti e due.

Bello eh?

Gatsby e Daisy

Un altro esempio di coppia non fortunatissima. Stavolta per colpa dell’insopportabile Daisy Buchanan, l’ereditiera che diventa l’ossessione del povero Jay Gatsby. 

Anni e anni di sacrifici per riconquistarla, milioni e milioni di dollari per organizzare una serie di party del secolo e poi il nostro eroe deve sacrificare la sua vita per salvare quella dell’ingrata, imprudente, capricciosa e fintamente indifesa.

Che sfiga, ragazzi.

Paolo e Francesca

Due cognati che scoprono di amarsi. Cioè, scoprono. Lo sapevano già, solo che poi si ritrovano a non poter più celare la loro passione e hanno la sventura di essere colti in flagrante dal marito di lei che, in preda all’ira – alquanto giustificabile, almeno quella – arriva addirittura a ucciderli.

Però in compenso vengono resi immortali dalla penna del Sommo Dante.

Una piccola consolazione, dai.

Heathcliff e Catherine

Lui è cattivo ma si innamora di lei, che è la sua sorellastra. E non sta bene.

Lei è buona ma si innamora di lui, che è il suo fratellastro. E non sta bene.

E infatti finisce male, per lei e per lui. Però nell’aldilà potranno ricongiungersi e amarsi in eterno.

Che culo…

Renzo e Lucia

I due zotici del lecchese si devono sposare, ma don Rodrigo, per ragioni misteriose, si infatua della pallosissima e timoratissima Lucia. Quindi, niente matrimonio.

Però alla fine – dopo sole tre-quattrocento pagine di strazio – i due riescono a sposarsi. Lasciando alle loro spalle migliaia e migliaia di vittime, gli studenti di ogni tempo costretti a leggere il manzoniano “capolavoro”.

Che palle.

Cyrano e Rossana

Lui è brutto e nasuto, ma raffinatissimo, intellettuale e amante passionale. Solo che lei non lo sa e si innamora di quell’idiota di Cristiano, bello ma ignorante come una sedia rotta.

Cyrano aiuta Cristiano a conquistare Rossana perché è una sorta di coronamento indiretto del suo amore per lei. Solo che poi lui muore. 

E ti pareva.

Insomma, come abbiamo visto, le coppie più famose della letteratura (o almeno alcune di esse) non sono esattamente un fulgido esempio di felicità. Però è bello averle conosciute ed è altrettanto bello incontrarne sempre di nuove. 

Tanto per scoprire in quanti ulteriori e fantasiosi modi gli scrittori di tutti i tempi decidano di far finire male le storie d’amore…

Vuoi saperne di più? Qui trovi il cicchetto letterario in formato video sulle coppie letterarie di Librincircolo.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.